Macchina per il taglio e la raccolta di ortaggi

Arkematica, macchine per il taglio e la raccolta di ortaggi a foglia coltivati in serra

Un’applicazione particolarmente rilevante in agricoltura riguarda le macchine per il taglio e la raccolta di ortaggi a foglia coltivati in serra, capaci di sostituire le attrezzature con motorizzazioni endotermiche operando in modo semplice, veloce ed ecologico in ambienti chiusi, coperti o in campo aperto.

La macchina consente di lavorare in modo ecologico ed in sicurezza, non inquina il prodotto e salvaguarda la salute dell'operatore nelle coltivazioni prodotte in ambiente protetto - sotto serra - La macchina riduce notevolmente l'emissione del rumore e delle vibrazioni migliorando le condizioni dell'ambiente di lavoro e quindi la produttività.

Funziona totalmente con trazione elettrica autonoma e quindi in totale assenza di emissioni di sostanze nocive. Inoltre la totale assenza di oli idraulici e di oli di lubrificazione del motore elimina l'eventualità che possano disperdersi sul terreno di produzione.

Il Controllo elettronico dell'altezza di taglio a variazione continua e l'assenza del rullo che preme sul prodotto, determinano un livello di taglio più preciso, aumentando la qualità della produzione e favorendo una più rapida ricrescita del nuovo prodotto.

Con questa applicazione si ottiene una riduzione dei costi di energia di oltre l'80%.

Carriola elettrica con pala

Arkematica, carriola elettrica con pala

Il mini dumper elettrico con una capacità di carico di 400kg rappresenta la soluzione ideale per soddisfare le esigenze di movimentazione di materiale in spazi chiusi quali le serre. È particolarmente adatto ai vivai agricoli per piccoli interventi edili in interno.

Questo innnovativo ed ecologico mini dumper e stato disegnato espressamente come prodotto rispettodo dell'ambiente e concorrente a uno sviluppo sostenibile.

La tecnologia delle batterie al litio ferro fosfato ( Li-Fe-PO4 ) offre una capacità di carica particolarmente elevata fino a due ore e trenta minuti di autonomia, combinata con un alto numero di cicli di carica.

Questa tecnologia consente una carica veloce e una piena potenza di “output” anche con un livello basso di carico residua. Le batterie sono leggere e non richiedono manutenzione se comparate se comparate con le tradizionali batterie al piombo e acido.

Motocoltivatore elettrico

Motocoltivatore elettrico

Motozappa robusta, affidabile, sicura e molto facile da guidare.

Dotata di 2 marcie avanti + retromarcia attivabili elettronicamente attraverso una levetta posta sul manubrio.

Comandi ergonomici ed intuitivi e caratterizzati da una estrema facilità di uso.

Dotata di doppia leva di sicurezza e di interruttore stacca batterie.

Dotata di motore elettrico ad elevata efficienza ed elettronica di controllo avanzata.

Zappe in acciaio avvitate tramite bulloni su albero esagonale.

Manubrio regolabile in altezza e laterale per adeguarsi sia alla diversa corporatura dell’utilizzatore sia di lavorare vicino a piante basse.

Assenza di manutenzione sia sul motore, data l’assenza di spazzole e componenti striscianti, che sulle batterie essendo quelle al litio prive di manutenzione.

Presenza di parafanghi indispensabili per la protezione delle frese e per la sicurezza dell’operatore e dei terzi.

La presenza di un carter oltre a proteggere il motore da polvere e terreno, evita che le persone vadano a contatto con componenti calde.

Regolazione dello zappino per ottenere un avanzamento lineare della motozappa, evitando di dover apportare continue correzioni di traiettoria.

Impianto di demolizione

Impianto di demolizione e trasformazione dei rifiuti in “materie prime secondarie”

La combinazione di tecnologie di avanguardia, macchinari funzionanti con energia elettrica, per la demolizione robotizzata (remote control vehicle) con altre disponibili in forme meno sofisticate (motori endotermici a gasolio), consente di abbattere l'inquinamento acustico e quello atmosferico (gas di scarico e polveri di lavorazione, nonché consumo di energia) tanto da farne un prototipo di impianto mobile di demolizione e trasformazione dei rifiuti in “materie prime secondarie”.

L'innovativo impianto di demolizione sarà caratterizzato da:

  • impiego di fonti di energia alternativa non inquinante, abbattimento dell'inquinamento acustico e sistema sperimentale di abbattimento delle polveri;
  • sistema integrato di trasporto dei materiali indoor e sistema di trasporto materiali e attrezzature outdoor;
  • sistema di trattamento meccanico dei rifiuti provenienti dalla demolizione, confezionamento e riutilizzo in situ degli stessi; •sistema di diagnostica delle caratteristiche dei materiali da demolire e riciclare e monitoraggio delle polveri e dei rumori.

L'impianto che verrà messo insieme in pochi mesi di assemblaggio basato su attrezzature esistenti ma non adeguate per impieghi con consumi elettrici o riduzione dell'inquinamento, sarà collaudato nel corso delle operazioni di demolizione di un immobile di proprietà privata, classificato catastalmente come AlO e ubicato nel comune di Rose (CS).

L'innovativo impianto di demolizione in ambito di edilizia sostenibile, commissionato alla Arkematica s.r.l. sarà realizzato in 18 mesi e sarà composto da:

1. Macchina da demolizione elettro-idraulica telecomandata

Si tratta di una macchina dotata di motore elettrico gestita da remoto tramite telecomando al fine di garantire la sicurezza dell'operatore la macchina dotata di telecomando remoto cosicchè l'operatore possa comandare la macchina a dovuta distanza. Equipaggiata da braccio estensibile, l'estensione   del braccio è di 3 mt da terra. A seconda del tipo di materiale/struttura da   demolire è possibile applicare utensili idraulici quali: martello, pinza demolitrice   e fresa demolitrice. Il motore elettrico anziché endotermico eliminerà la formazione di qualsiasi gas di scarico. La macchina viene dotata di cingoli in gomma e pertanto si   presta anche per consentirne l'accesso lungo le rampe di scale.

2. Sistema di abbattimento del rumore in fase di demolizione

Si tratta di un sistema composta da pinza demolitrice e fresa rotante idonee per la demolizione di parti di costruzione edile limitando l'azione dinamica e riducendo al minimo la produzione del rumore.

3. Attrezzatura innovativa da integrare al demolitore elettrico per il contenimento delle polveri da demolizione

Si tratta di un sistema di aspirazione delle polveri prodotte dalla frantumazione del materiale edilizio formato da una pompa del vuoto dotata di appositi filtri, da una cuffia da collocarsi intorno all'utensile in lavorazione e da una tubazione flessibile. Le polveri prodotte dalla frantumazione del materiale edilizio vengono aspirate dalla cuffia e condotte attraverso la tubazione in un apposito "cassoncino" per essere poi recuperate ed insacchettate per il successivo riutilizzo.

4. Sistema integrato per il trasporto indoor dei materiali di scarto provenienti dalla demolizione e destinati all'impianto di trattamento e recupero

Si tratta di un sistema di trasporto indoor a trazione elettrica su cingoli (mini-dumper) con "cassoncini". La macchina a trazione elettrica su cingoli, ovvero il mini-dumper, è energeticamente autonoma essendo dotata di un adeguato pacco batterie, ha lo scopo di trasportare appositi cassoncini contenenti i vari materiali e attrezzature presenti in cantiere. Il dumper è anche provvisto di un braccio meccanico (pala auto-caricante) e di un apposito sistema di sollevamento che consentirà di prelevare e/o scaricare ciascuno dei cassoncini che, pur avendo funzioni diverse, saranno di tipo modulare. Vi sono alcuni cassoncini di tipo generico per il trasporto di qualsiasi materiale sfuso, altri saranno allestiti per il contenimento delle polveri provenienti dalla demolizione recuperate mediante aspirazione. Le attrezzature di contenimento dei materiali integrate al sistema aspiratore, presenteranno le medesime caratteristiche meccaniche dei cassoncini così da poter essere caricate/ scaricate/trasportate anch'esse dal mini-dumper.

5. Sistema di recupero dei materiali provenienti dalla demolizione edilizia mediante frantumazione e insacchettamento del granulato ottenuto per il successivo riutilizzo in situ

L'impianto si compone di un frantoio, ovvero di una macchina frantumatrice, con setacciatore vibrante automatico e di una macchina insacchettatrice. La macchina frantumatrice presenta delle mascelle regolabili per la frantumazione di marmi, graniti, rocce, materiale inerte con alimentazione elettrica, è dotata di un setacciatore vibrante automatico per trasformare gli scarti da demolizione in granulati. Un nastro trasportatore, con alimentazione elettrica e velocità regolabile, servirà per caricare la tramoggia del frantoio con il materiale di scarto provenienti dalla demolizione. I granuli prodotti dal frantoio, che saranno di due granulometrie diverse, saranno in parte raccolti automaticamente all'interno di cassoncini, in parte trasportati da un nastro trasportatore all'imboccatura di una macchina insacchettatrice. Questa avrà il compito di convogliare i granuli in appositi sacchi del peso programmato.

6. Attrezzature innovative da integrare al sistema di trattamento dei materiali prodotti dalla demolizione per il raggiungimento dell'abbattimento acustico e delle polveri

L'abbattimento acustico e il contenimento delle polveri si otterranno dotando l'impianto di frantumazione e insacchettamento di una apposita cabina formata da elementi modulari insonorizzanti. La struttura della cabina sarà costituita da un telaio di base in tubolare di acciaio zincato, pannelli verticali modulari, telaio perimetrale superiore in acciaio zincato e copertura a falda inclinata. Alcuni pannelli saranno predisposti con porte flessibili a lame per consentire l'accesso del dumper all'interno dell'impianto. L'abbattimento delle polveri avverrà mediante l'installazione di un apposito impianto di aspirazione formato da una pompa del vuoto ad alimentazione elettrica collocata esternamente alla cabina, da un insieme di cuffie aspiranti collocate nelle immediate vicinanze dei punti di maggior formazione delle polveri e da un adeguato impianto di tubazioni. Un cassoncino modulare raccoglierà tutte le polveri aspirate dall'impianto di abbattimento per poi conferirle all'insacchettatrice.

7. Mezzo a trazione elettrica su cingoli per il trasporto outdoor di tutte le attrezzature ed i materiali di cantiere

Il mezzo elettrico su cingoli per movimentazione outdoor è elettricamente autonomo essendo dotato di un adeguato pacco batterie. Ha lo scopo di trasportare mediante un apposito rimorchio le attrezzature di cantiere, i materiali provenienti dalla demolizione impossibili da trasportare con il mini-dumper, e qualsiasi altro materiale compresi gli inerti recuperati. Detto mezzo, oltre che costituire un supporto al mini-dumper in caso di sovraccarico funzionale, è indispensabile su terreni fangosi ed in presenza di declivi. In particolare movimenta i detriti quando le demolizioni avvengono in spazi ampi, livello strada o in aree industriali o rurali.

8. Sistema di monitoraggio

Sistema di elaborazione di parametri derivanti dai saggi sul cantiere prima della demolizione così da definire spessori, caratteristiche dei materiali, composizione, profondità di allettamento dei ferri ecc. I dati verranno impiegati per pianificare la demolizione, il riciclaggio e lo smaltimento. Sistema integrato per il monitoraggio composto da una Ground Station industriale (IP67 ) per monitorare tramite WIFI i sensori posti sulle macchine operatrici, nello specifico: comunicare e segnalare l'extra peso dei cassoncini deputati al semplice trasporto di tutti i materiali (per evitare sovraccarichi sui solai), verificare e segnalare eventuali anomalie degli impianti di aspirazione, rilevare il livello di saturazione delle polveri sospese all'interno dell'impianto di frantumazione, misurare il livello di rumore all'esterno della cabina, monitorare il livello di carica delle batterie del mini-dumper e del mezzo di trasporto out-door e gestire il modulo di ricarica delle batterie dei terminali WIFI.

 

Mini Car

Minicar elettrica

La “Mobilità pulita” è divenuto negli ultimi anni un concetto chiave che ha portato ad adottare programmi e misure finalizzate a ridurre sostanzialmente le emissioni di carbonio dei veicoli privati e commerciali.

In quest’ottica la elettrificazione del parco veicoli rappresenta una grande opportunità; la “e-Mobility” è una delle politiche più promettenti da perseguire: la UE ha promosso i veicoli elettrici come parte della strategia per una energia competitiva, sostenibile e pulita; molti Stati membri hanno adottato un ampio quadro di politiche, piani e incentivi per promuovere la mobilità elettrica; le case automobilistiche stanno lanciando sul mercato nuovi veicoli elettrici e continuano a sviluppare nuove tecnologie.

Quadriciclo elettrico, confortevole, pratico e sicuro, in cui ogni particolare è il frutto di minuziosi studi e sperimentazioni che conferiscono al veicolo un elevato grado di affidabilità.

Quadriciclo completamente elettrico che consente una manutenzione minima del veicolo; è prevista l’installazione di batterie al piombo o di batterie al litio; le batterie si ricaricano in 6/8 ore utilizzando la normale presa domestica (con un consumo di 1 €). Nel caso delle batterie al litio sono previsti caricatori che riducono notevolmente i tempi di ricarica (in 2/4 ore). La ricarica completa garantisce un’autonomia di circa 60 km*.

La forma ovale, appositamente studiata, dell’abitacolo in alluminio, permette di entrare ed uscire facilmente dal veicolo, di  avere il giusto spazio per sedersi e assicura una guida comoda ed un’ampia visibilità.

Innovativo sistema di sospensioni (brevettato) che la rende estremamente confortevole su qualunque tipo di fondo stradale.

 

Arkematica Roma

Richiedi informazioni sui nostri prodotti e servizi

Contatti